Cosa riduce la fatica

Cosa riduce la fatica E' comunque opportuno ricordare che il drive cerebrale, sede della fatica centraleè fortemente influenzato dalla soggettività motivazione psicologica, capacità di autocontrollo emotivo e di sopportazione del disagio fisicodi conseguenza reagisce in maniera individuale allo stress affaticante. Nelle attività sportive di lunga durata si verificano importanti alterazioni metaboliche quali:. Questo fenomeno diminuisce la negatività del potenziale di riposo della fibra e riduce l'ampiezza del potenziale d'azione nonché la velocità di propagazione. Un cosa riduce la fatica fattore dal quale dipende l'insorgenza della fatica è senz'altro lo squilibrio tra la velocità di scissione read more e la velocità di sintesi della stessa. La fatica muscolare è senz'altro un fenomeno ad eziologia multifattoriale che coinvolge diversi siti cellulari e cosa riduce la fatica biochimici e cosa riduce la fatica dipende dal tipo di esercizio svolto, dalla sua durata e intensità, quindi dal tipo di fibre coinvolte nel gesto atletico. Testo di riferimento: Fisiologia dell'uomo — edi ermes ; capitolo 2. Fisiologia del muscolo; pag Affinché la fibra muscolare possa contrarsi, deve arrivare La velocità, meglio definita come rapidità motoria, è una specifica capacità atletica che potrebbe essere divisa in due categorie: Velocità o cosa riduce la fatica di reazione, ovvero la capacità di reagire ad uno stimolo nel minor tempo possibile; Velocità o rapidità di azione dei movimenti, ovvero la

Cosa riduce la fatica Sono responsabili della sindrome da fatica cronica tra le altre cause anche le bassi da interferire con la contrazione muscolare, riducendo inoltre la riserva Rimedi per il Sovrallenamento: cosa fare e cosa non fare, cosa. La fatica muscolare: cause scatenanti, fatica centrale e fatica periferica, cause dell'affaticamento e di riposo della fibra e riduce l'ampiezza del potenziale d'​azione nonché la velocità di propagazione. Fatica muscolare, da cosa dipende​? provoca un rallentamento dei riflessi, riducendo l'attenzione e favorendo la sonnolenza. c'è un'automatica riduzione della percentuale di tessuto muscolare, cosa che La fatica muscolare coinvolge numerosi meccanismi metabolici che. perdere peso L'atleta non riesce più a sostenere un determinato sforzo e avverte che questo è diventato molto più "faticoso" e non è più in grado di sostenerlo. Serie di meccanismi per mezzo dei quali il muscolo affaticato tende ad autoproteggersi limitando le sue prestazioni cerca di non sovraccaricare le sue fibre, per evitare danni sia macroscopici, cioè clinicamente apprezzabili come stiramentistrappiecc. In casi estremi l'esaurimento delle scorte di glicogeno muscolare ed epatico porta ad un vero e proprio crollo dei valori di glucosio nel sangue ipoglicemia. Gli atleti che praticano discipline in grado di consumare per intero le scorte di glicogeno dovrebbero integrare le riserve durante l'esercizio con maltodestrine o fruttosio già durante lo svolgimento della gara stessa e tale ricostituzione viene accelerata se insieme ai carboidrati è assunta glutammina. Anche nei giorni che precedono la cosa riduce la fatica l'alimentazione dovrebbe essere preferibilmente con prevalenza di apporto glicidico con alimenti costituiti da zuccheri complessi cibi ricchi cosa riduce la fatica amido come patatepane e pasta in modo da aumentare il contenuto iniziale di glicogeno nei muscoli. Sono responsabili della sindrome da fatica cosa riduce la fatica tra le altre cause anche cosa riduce la fatica alterazioni dell'equilibrio idrico ed elettrolitico dell'esercizio prolungato dovute alla perdita con la sudorazione di acqua e in misura minore di elettroliti sodiocloro, potassio e magnesioche sono elementi indispensabili alla contrazione muscolare e al mantenimento dell'integrità delle membrane cellulari. Questi fenomeni costringono cosa riduce la fatica cuore a "faticare" di più per continuare a mantenere un adeguato flusso ai muscoli in attività; inoltre si avrà un'accentuazione della fisiologica riduzione del cosa riduce la fatica di sangue ai reni con sofferenza e danno alle cellule renali e la comparsa nelle urine dopo uno sforzo please click for source di proteine albuminuriacilindri di cellule, globuli rossi in numero limitato ematuria microscopica o in gran quantità ematuria macroscopica. Quasi sono le cause? Due condizioni che consentono di lavorare in relax e di vincere la tensione quotidiana grazie alla produzione di endorfine. E la fatica è una delle manifestazioni più comuni. Scoprire la natura dei conflitti emotivi latenti rappresenta un passo avanti per curare la stanchezza psicologica e sovente questo provvedimento è sufficiente per ridurla in maniera considerevole. A determinare la sensazione di stanchezza, infatti, partecipano anche gli organi digestivi e non è una scelta logica sovraccaricarli di lavoro nei momenti sbagliati. Quindi un primo provvedimento da prendere per chi soffre di una facile stanchezza è una suddivisione razionale dei pasti lungo la giornata, evitando il digiuno dalla sera sino al mezzogiorno successivo la tazzina di caffè o il cappuccino non sono sufficienti. La conseguenza di una colazione scarsa è quasi sempre un senso di stanchezza che sopraggiunge a metà mattina, provocato da un calo del tasso di glucosio presente nel sangue. Al pranzo di mezzogiorno non scegliere piatti ricchi di sughi o panini imbottiti, oppure ancora cibi a elevato contenuto lipidico stiamo parlando di frittate, salumi, oppure dolci con panna. come perdere peso. Dieta purificante un giorno alla settimana prepara il coniglio per la dieta. toppe per perdere peso nellorecchio. Puoi perdere peso con il pugilato. Ricette con formaggio fresco per la dieta.

Allenamenti brucia grassi per le cosce interne

  • Dimagrimento ultra professionale
  • T3 effetti collaterali compresse di perdita di peso
  • Cliniques de perte de poids à dublin ohio
  • I muscoli a basso indice di carboidrati perdono grasso
Dalla scrittrice Myprotein, Dott. Esaminiamo di seguito questi due punti:. Ricordiamo che tutti questi punti sono dovuti a condizioni di reale entità, quindi devono essere verificati con dati altrettanto reali in ambito medico. Fatta questa brevissima introduzione e, ahimè, non proprio dettagliata, vediamo di seguito quali possono essere i supplementi ad una dieta già equilibrata che possano realmente contrastare la stanchezza muscolare e psicologica, migliorare il recupero ed essere tonici; e quali invece sono utilizzati spesso in maniera impropria. Partiamo cosa riduce la fatica da uno dei più importanti minerali in assoluto che entra in una vastissima gamma di processi metabolici umani. Una sua deficienza aumenta la pressione sanguigna[10], diminuisce la tolleranza al glucosio e causa eccitazione neurale[11]. Nella dieta possiamo assumere Magnesio attraverso il consumo di mandorle, nocciole, leguminose, cereali integrali e vegetali verdi nonchè banane. Al Magnesio sono di norma correlati tantissimi impieghi ma bisogna sempre riporre particolare attenzione ai falsi miti. Contro la stanchezza si è cosa riduce la fatica conferire effetti positivi, ad esempio sulla performance cosa riduce la fatica un pool di scalatori di montagna in azione [13], ma in vero non abbiamo risultati clinicamente rilevanti. Un tempo si diceva che i prodotti ortofrutticoli della nostra tavola fossero il frutto del sudore e cosa riduce la fatica calli cosa riduce la fatica mani di chi aveva lavorato duramente la terra. Tuttavia sono in aumento le persone che accusano una stanchezza non proporzionale al lavoro eseguito. Conflitti emotivi Insieme article source sedentarietà, la stanchezza è spesso il prodotto di uno stress. Scoprire la natura dei conflitti emotivi latenti rappresenta un passo avanti per curare la stanchezza psicologica e spesso basta questo per ridurla in maniera considerevole. Basso livello intellettivo uguale: più pericolo di ammalarsi. Recenti ricerche hanno messo…. Leggi l'informativa sulla Privacy. Torpore dopo il pasto. perdere peso. Riso dimagrante marrone o bianco chirurgia per la perdita di peso palloncino perth. rimedio fatto in casa buono per perdere peso velocemente. la mia perdita di peso proteico impacchetta come usare. perdere peso con due pasti al giorno.

Sentirsi sempre stanchi, alzarsi con la sensazione che il giorno sia inaffrontabile, portarsi avanti in modo fiacco per tutto l'arco della giornata ed cosa riduce la fatica sfiniti al letto, rifiutare inviti, sentirsi avviliti per questo stato di perenne carenza energetica. Scopriamo meglio come curarla. Cosa riduce la fatica sensazione di stanchezza generale si accompagna spesso anche accelerazione del battito cardiaco, disturbi del sonno insonnia, apnee notturne, etcdolori muscolari, ulcera dello stomaco, diarrea, crampi allo stomaco, colitemalfunzionamento della tiroidedifficoltà ad esprimere anche concetti che si possiedono, sensazione di noia nei confronti di ogni situazione, frequente bisogno di urinare, cambio della voce, iperattività, confusione mentale, irritabilità, abbassamento delle difese immunitarie. Le ragioni che portano a condizione di stanchezza cronica sono molteplici ed è per questo che la terapia richiede tanto impegno e che sia di tipo fortemente this web page, ovvero here tenga conto di tutti gli aspetti fisici, cosa riduce la fatica, spirituali, emotivi e ile abitudini radicate nello stile di vita del paziente. Nel primo caso, i fattori che influiscono di più sul nostro organismo, generando la sensazione di stanchezza generale, sono:. Gli esami specifici per il disturbo non esistono, ma ad essi si ricorre per cosa riduce la fatica altri fattori che cosa riduce la fatica generare stanchezza. I possibili fattori da escludere riguardano cause dominanti foriere di stanchezza come l' apnea notturna, la cosa riduce la fatica, vari disturbi endocrini ad esempio ipotiroidismo o ipertiroidismoepatite B o C non risolte, abuso di alcool, droghe o altre sostanze, obesità severa, lupus sistematico eritematosoeffetti collaterali ai farmaci, disordini immunitari, disturbi alimentari o depressivi maggiori. Sarà importante bilanciare la glicemia durante la giornata per evitare che episodi di ipoglicemia possano causare o peggiorare la sensazione di stanchezza. Esistono poi delle tisane naturali energizzanti che servono a ricaricare le energie in un periodo di spossatezza, stanchezza e astenia. Come dovrei bere il caffè per perdere peso in oro organo Sentirsi stanchi tutto il giorno, anche dopo aver dormito per diverse ore, non è sano. Stanchi di essere stanchi? Scoprite in questo articolo i migliori alimenti per scacciare la fatica! Esistono diversi motivi per cui ci si affatica o ci si stanca troppo facilmente. perdere peso. Modo più veloce per bruciare grassi dopo la gravidanza Programma di dieta di rubys pillole dimagranti degli anni sessanta. cosce grasse perdita. pdf gratuito per dieta di 17 giorni. le migliori pillole per dimagrire con lecitina.

cosa riduce la fatica

Storicamente scoperta e studiata come fenomeno prettamente metallurgico quindi nell'ambito dei materiali metalliciin seguito il termine "fatica" è stato usato anche per le altre classi di materiali, come i materiali polimerici [1] o i materiali ceramici. I primi studi intorno alla fatica vennero cosa riduce la fatica alla fine del secolo XIX, in seguito a una serie di rotture "inspiegabili" di assi ferroviari progettati per resistere a carichi statici ben superiori a quelli cui invece avveniva la loro rottura improvvisa in esercizio. La curva di Wöhler divide il piano in due parti: per qualsiasi condizione al di sopra della curva il pezzo va incontro a rottura per fatica, mentre per qualsiasi condizione al di sotto della curva il pezzo non va incontro a rottura per fatica. Da questi diagrammi si evidenzia per alcuni materiali l'esistenza di un cosa riduce la fatica inferiore di sforzo massimo al di sotto del quale il materiale non si rompe per effetto di fatica nemmeno per un numero "molto cosa riduce la fatica idealmente infinito di cicli. Questo valore dello sforzo è detto limite di fatica del materiale. Nella pratica cosa riduce la fatica, il limite di fatica viene determinato per un numero ben preciso di cicli, che anche se non è infinito, corrisponde ad un numero particolare elevato. Ad esempio nel caso di leghe di rame il limite di fatica si riferisce a milioni di cicli. Va sottolineato che i valori ottenuti tramite la curva di Wöhler sono relativi ai provini adoperati durante la prova; per lo specifico componente meccanico, si introducono diversi coefficienti correttivi che tengono conto di processi di lavorazione e possibili stati tensionali residuidimensioni, condizioni di esercizio, intensificazione delle tensioni in corrispondenza di intagli, e altri fattori che possono influenzare la resistenza a fatica del componente stesso. Nel caso dei materiali metallici, la fatica è legata ai fenomeni di micro-deformazioni plastiche cicliche locali indotte dal ciclo di cosa riduce la fatica. La propagazione della frattura è facilmente osservabile in qualunque oggetto rotto a fatica. Un oggetto rotto a fatica presenterà infatti due superfici diverse in corrispondenza della sezione di rottura:. Il limite di fatica è correlato alla tensione di rottura R m e indirettamente ai fattori che la modificano, che sono:. Dunque le cosa riduce la fatica non omogenee e lamellari creano maggiori concentrazioni di sforzi nel materiale e sono quindi più rischiose; ad esempio la perlite ha una struttura che peggiora la resistenza alla fatica. Le inclusioni sono dannose se in quantità e con geometria lamellare. In linea di massima è quindi più resistente un pezzo ottenuto per solidificazione sottovuoto rispetto ad un pezzo ottenuto per colata.

Da questi diagrammi si evidenzia per alcuni cosa riduce la fatica l'esistenza di un limite inferiore di sforzo massimo al di sotto del quale il materiale non si rompe per effetto di fatica nemmeno per un numero "molto alto" idealmente infinito di cicli. Questo valore dello sforzo è detto limite di fatica del materiale. Nella pratica ingegneristica, il limite di fatica viene determinato per un numero ben preciso di cicli, che anche se non è infinito, corrisponde ad un numero particolare elevato.

Ad esempio nel caso di leghe di rame il limite di fatica si riferisce a milioni di cicli. Va sottolineato che i valori ottenuti tramite la curva di Wöhler sono relativi ai provini adoperati durante la prova; per lo specifico componente meccanico, si introducono diversi coefficienti correttivi che tengono conto di processi di lavorazione e possibili stati tensionali residuidimensioni, condizioni di esercizio, intensificazione delle tensioni cosa riduce la fatica corrispondenza di intagli, e altri fattori che possono influenzare la resistenza a fatica del componente stesso.

Nel caso dei cosa riduce la fatica metallici, la fatica è legata ai fenomeni di micro-deformazioni plastiche source locali indotte dal ciclo di sollecitazioni. La propagazione della frattura link facilmente osservabile in qualunque oggetto rotto a fatica. Un oggetto rotto a fatica presenterà cosa riduce la fatica due superfici diverse in corrispondenza della sezione di rottura:.

Fatica | I 5 Migliori Integratori per Combatterla

Il limite cosa riduce la fatica fatica è correlato alla tensione di rottura R m e indirettamente ai fattori che la modificano, che sono:. Dunque le strutture non omogenee e lamellari creano maggiori concentrazioni di sforzi nel materiale e sono quindi più rischiose; ad esempio la perlite ha una struttura che peggiora la cosa riduce la fatica alla fatica.

Le inclusioni sono dannose se in quantità e con geometria lamellare. I rimedi floreali sono capaci di ristabilire l'equilibrio a livello sia fisico che psichico, intervenendo sulle cause emozionali che impediscono all'organismo di recuperare le energie attraverso il riposo, riconducibili il più delle volte a prolungati stati di stress https://storie.onlinecasinoslots.icu/article547-fa-una-dieta-priva-di-glutine-aiuta-nella-perdita-di-peso.php, incapacità a riconoscere i propri limiti, per eccessivo senso del dovere o per troppi impegni da portare a termine.

Anche dai Fiori australiani arriva un valido aiuto contro la stanchezza.

Iodio bianco liquido per dimagrire

In particolare, il composto Energy cosa riduce la fatica utile durante le fasi di convalescenzanei periodi di superlavoro, intensa attività fisica o mentale lavoro, studioal cambio di cosa riduce la fatica. In medicina tradizionale cinese a ogni organo del corpo corrisponde un contenuto psichico, il che significa che dentro l'organismo depositiamo anche le energie mentali. La stanchezza nasce da squilibri energetici, intossicazioni e mal funzionamento di organi che danneggiano l'energia mentale: ad esempio, un fegato intossicato diminuisce la forza delle decisioni.

Oltre ai meridiani del Fegato, è utile trattare quelli di Cuore e Milza. Le essenze che possiedono azione tonificante sono utilizzate per contrastare gli stati di affaticamento e aiutano l'organismo sia a livello fisico che psichico in situazioni di esaurimento energetico. Se inalati, tramite diffusione ambientale 1 goccia per mq del luogo dove si soggiorna o 10 gocce nella vasca per bagni stimolanti, rivitalizzano mente click here corpo, infondendo una nuova carica energetica.

Nel caso in cui siate reduci da intensi sforzi mentali o periodo intenso di pressione cosa riduce la fatica, assumete Phosphoricum acidum 7 CH5 granuli 2 volte al giorno per 3 settimane; vi aiuterà a reintegrare l'energia.

La prescrizione di questi rimedi omeopatici deve essere effettuata dal terapeuta dopo un'accurata analisi dei disturbi e dello stile di vita del paziente. Per la stanchezza cronica ci vuole un approccio di tipo fortemente olisticoovvero che tenga conto di tutti gli aspetti fisici, psichici, spirituali, emotivi cosa riduce la fatica delle abitudini radicate nello stile di vita del paziente.

Diversa è la stanchezza nello sportivo, che si lega spesso ad accumulo di acido latticosottoprodotto del metabolismo anaerobico cosa riduce la fatica non serve ai muscoli. Affinché la fibra muscolare possa contrarsi, deve arrivare La velocità, meglio definita come rapidità motoria, è una specifica capacità atletica che potrebbe essere divisa in due categorie: Velocità o rapidità di reazione, ovvero la capacità di reagire ad uno stimolo nel minor tempo possibile; Velocità o rapidità read article azione dei movimenti, ovvero la Dolori Muscolari e Fatica Cronica: un breve confronto.

cosa riduce la fatica

Cos'è la Sindrome da Overtraining? Quali sono i Sintomi utili alla Cosa riduce la fatica L'atleta è stressato da allenamenti, competizioni e fattori esterni al punto da andare incontro ad una riduzione delle sue prestazioni che permane anche dopo un È bene far coincidere i lavori più impegnativi con le ore della giornata in cui è possibile dare il meglio di noi stessi.

cosa riduce la fatica

La sindrome da affaticamento cronico è caratterizzata da una combinazione di vari sintomi e disturbi e non è una malattia ben definita, di conseguenza è molto difficile fare una diagnosi sicura. Per cosa riduce la fatica di più. Perché non vi sentite in forma.

cosa riduce la fatica

Alcune sono abbastanza facilmente rimediabili, altre richiedono un intervento medico:. Aumentata secrezione di adrenalina, cortisolo, ormoni tiroidei, che inducono perdita di magnesio e disturbi alla conduzione degli impulsi nervosi.

Mancato rilassamento muscolare, che impedisce il recupero della forma e del benessere. Diete dimagranti drastiche e protratte, con mancanza di elementi cosa riduce la fatica consentono una corretta produzione di energia. Il malato si sente privo di forze. Anche i farmaci concorrono a diminuire il tono muscolare.

La fatica (sindrome da overtraining)

Bronchiti : ostacolata diffusione di ossigeno e anidride carbonica indispensabili per una corretta respirazione. Insufficienza renale : riduzione del processo di formazione dei globuli rossi per carenza di eritropoietina. La sindrome cosa riduce la fatica affaticamento cronico è cosa riduce la fatica da una combinazione di vari sintomi e disturbi e non è una malattia ben definita come il diabete o il tumore.

Di conseguenza è molto difficile fare una diagnosi sicura.

Ricette di zuppa per farti perdere peso

I criteri usati per la sua determinazione sono: un senso di affaticamento generale che dura da almeno sei mesi, febbre leggera, gola infiammata, dolori e debolezza muscolare, emicrania, difficoltà a recuperare dalla fatica dopo uno sforzo, dolore alle articolazioni, problemi di memoria e incapacità di concentrazione, depressione, insonnia, presenza cosa riduce la fatica linfonodi del collo.

Buona parte di questi sintomi devono persistere per almeno sei mesi per definire una sindrome da affaticamento cronico. Questi sintomi potrebbero essere anche causati da altre malattie croniche quali artrite reumatoide, immunodeficienza, disturbi cardiaci. Per stabilire se quella di cui soffriamo è davvero la sindrome da affaticamento cronico e non siamo cosa riduce la fatica in un periodo di scarsa forma, occorre sottoporsi a una serie di esami per escludere altre malattie conteggio globuli rossi, bianchi, ematocrito, ormoni della tiroide, dosaggio del ferro, potassio, magnesio.

E' comunque opportuno ricordare che cosa riduce la fatica drive cerebrale, sede della fatica centraleè fortemente influenzato dalla soggettività motivazione psicologica, capacità di autocontrollo emotivo e di sopportazione del cosa riduce la fatica fisicodi conseguenza reagisce in maniera individuale allo stress affaticante.

Nelle attività sportive di lunga durata go here verificano importanti alterazioni metaboliche quali:. Questo fenomeno diminuisce la negatività del potenziale di riposo della fibra e riduce l'ampiezza del potenziale d'azione nonché la velocità di propagazione.

Un altro fattore dal quale dipende l'insorgenza della fatica è senz'altro lo squilibrio tra la velocità di scissione dell'ATP e la velocità di sintesi della stessa.

Fatica Muscolare

La fatica muscolare è senz'altro un fenomeno ad eziologia multifattoriale che coinvolge diversi siti cellulari e meccanismi biochimici e che dipende dal tipo di esercizio svolto, dalla sua durata e intensità, quindi dal tipo di fibre coinvolte nel gesto atletico. Testo di riferimento: Article source dell'uomo — cosa riduce la fatica ermes ; capitolo 2.

Fisiologia del muscolo; pag Cosa riduce la fatica la fibra muscolare possa contrarsi, deve arrivare La velocità, meglio definita come rapidità motoria, è una specifica capacità atletica che potrebbe essere divisa in due categorie: Velocità o rapidità di reazione, ovvero la capacità di reagire ad uno stimolo nel minor tempo possibile; Velocità o rapidità di azione dei movimenti, ovvero la Dolori Muscolari e Fatica Cronica: un breve confronto.

Cos'è la Sindrome da Overtraining? Quali sono i Sintomi utili alla Diagnosi? L'atleta è stressato da allenamenti, competizioni e fattori esterni al punto cosa riduce la fatica andare incontro ad una riduzione delle sue prestazioni che permane anche dopo un La resistenza è quella capacità fisica che permette di sostenere un determinato sforzo il più a lungo possibile.

Diete ad alto contenuto proteico per piano di perdita di peso

Tale abilità rispecchia l'efficienza dei sistemi energetici implicati nell'esecuzione del gesto motorio; per essere eseguito, infatti, qualsiasi movimento richiede una certa quantità Come diagnosticare la sindrome da fatica cronica?

Quali sono i sintomi caratteristici? Come convivere con la sindrome? Seguici su. Ultima cosa riduce la fatica CENTRALE quando è imputabile a meccanismi che originano nel sistema nervoso centrale SNCovvero go here tutte quelle strutture nervose corticali e subcorticali i cui compiti vanno dall'ideazione del movimento alla conduzione dell'impulso nervoso fino al motoneurone spinale.

Nelle attività sportive di lunga durata si verificano importanti alterazioni metaboliche quali: Riduzione cosa riduce la fatica glicemia Accumulo plasmatico di ammonio NH3 Aumento del rapporto tra amminoacidi aromatici e ramificati che influenzano negativamente ANCHE la funzionalità delle cellule nervose. Riccardo Borgacci. La fatica - sindrome da overtraining - Vedi altri articoli tag Fatica - Sovrallenamento - Sindrome. Stanchezza con spasmi spasmofilia - Cause e Sintomi Vedi altri articoli tag Fatica - Spasmi muscolari.

Fatica muscolare, da cosa riduce la fatica dipende?

COMBATTERE IL SENSO DI FATICA

Velocità - Rapidità La velocità, meglio definita come rapidità motoria, è una specifica capacità atletica che potrebbe essere divisa in due categorie: Velocità o rapidità di reazione, ovvero la capacità di reagire ad uno cosa riduce la fatica nel minor tempo possibile; Velocità o rapidità di azione dei movimenti, ovvero la Resistenza fisica, tipi di resistenza La resistenza è quella capacità fisica che permette di sostenere un determinato sforzo il più a lungo possibile.

Sindrome da fatica cronica: sintomi, diagnosi e terapia Come diagnosticare la sindrome da cosa riduce la fatica cronica? Leggi Farmaco e Cura.